Secondo mese del secondo anno del mio progetto di vivere secondo una filosofia più minimalista.
Come stabilito nelle regole della sfida minimalista, a intervalli regolari mi libero di oggetti di cui posso fare a meno. Rispetto al 2021 stavolta lo faccio solo una volta al mese.

La lista

  1. L’oggetto importante: giornale francese che ricorda il Tour di Pantani, l’anno in cui ho girato un pò la Francia in treno con un mio amico
  2. cavo audio inutile
  3. cavo usb cortissimo
  4. vecchio token della banca
  5. vecchio numero di Focus
  6. vecchio numero di Focus
  7. vecchio numero di Focus
  8. vecchio numero di Focus
  9. vecchio numero di Giochi per il mio computer
  10. vecchio numero di Giochi per il mio computer

Una volta Focus mi piaceva parecchio. E Giochi per il mio computer mi ha fatto scoprire un sacco di giochi (anche se poi ne provavo magari 1 su 20).
Pantani ha vinto il Tour mentre ero in Interrail con il mio migliore amico. Questo giornale è un ricordo sia del viaggio, che della soddisfazione che si prova sempre quando gli italiani battono i francesi.

Cosa farò dei 10 oggetti

Rileggerò tutti questi giornali, per fare un tuffo nel passato. E poi butterò via tutto.

Pensiero del mese sul minimalismo

Fare questi post, raccogliere gli oggetti di cui liberarmi, inizia a diventare un piccolo rituale.
Vivere in maniera un pò più minimalista mi fa stare bene. Non mi accorgo degli oggetti buttati, ma sapere che mi sto alleggerendo un pochino alla volta dà una certa soddisfazione.